sabato 13 agosto 2011

Installare Ubuntu 11.04 sul vostro Mac come secondo sistema operativo

Questa semplice guida vi aiuterà ad installare Ubuntu mantenendo OS X sul Mac cosi' da poter scegliere all'avvio quale sistema operativo utilizzare. Vi ricordo che questo procedimento e' valido solo per i Mac con processori Intel.


Attenzione: le operazioni di installazione di seguito descritte comportano la modifica delle partizioni sul disco e quindi dei rischi di perdita dei dati. Non sarò in ogni caso ritenuto responsabile di eventuali danni arrecati al vostro sistema, la guida ha il solo scopo informativo.

Preparativi:


  • E' sempre meglio fare un backup del sistema o dei dati importanti prima di procedere. Il modo più semplice per farlo e' utilizzare TimeMachine, il programma di backup fornito da Apple.
  • Scaricate l'immagine disco ( .iso ) di Ubuntu dal sito ufficiale e masterizzatela su un CD.
  • rEFIt su un Mac con OS X, Linux e Windows
  • Scaricate ed installate rEFIt dal sito. rEFIt e' un menu iniziale che permette, all'accensione della macchina, di scegliere il disco d'avvio. Senza questo comodo menu, per poter avviare il vostro Mac dalla partizione con Ubuntu, sareste costretti a tener premuto il tasto 'alt' ( chiamato anche "option" ) durante l'accensione del Mac per far comparire un menu d'avvio fornito da Apple. Cosa sgradevole di questa procedura, oltre al fatto di dover tener premuto 'alt' all'accensione, e' che tutto ciò che non e' OS X viene indicato con il logo Windows.
  • Per preparare lo spazio necessario sul disco per creare le partizioni utilizzate da Ubuntu si possono utilizzare o Assistente Boot Camp o Utility Disco, entrambi situati nella cartella Utility all'interno della cartella Applicazioni sul vostro Mac. Boot Camp e' nato allo scopo di installare Windows sul vostro Mac, quindi vi chiederà inizialmente di scaricare il software di supporto per tale sistema operativo ( in pratica i driver per far riconoscere l'hardware al sistema ). Nel nostro caso non sapremmo che farcene, quindi selezioneremo la seconda opzione, cioè che siamo già in possesso dei driver su un disco esterno. A questo punto potremmo decidere la grandezza della partizione del disco che sarà destinata a Ubuntu, di default Boot Camp divide il disco in due parti, ma potrete ridimensionarla con il mouse trascinando i bordi della stessa. Una volta terminato sarà creata una seconda partizione chiamata BOOTCAMP e formattata come NTFS ( il file system di Windows ). Attenzione, Boot Camp funziona solo se non avete già partizionato il vostro hard-disk! Utilizzando invece Utility Disco, potrete semplicemente ridimensionare la partizione di OS X e lasciare lo spazio libero ad Ubuntu. Per farlo basta selezionare il disco fisico sull'elenco di sinistra e cliccare sul tab Partizione ( se non riuscete a vedere il tab Partizione sulla destra e' perché avete selezionato una partizione del disco invece che il disco fisico ). A questo punto potrete selezionare la partizione OS X nel disegno della mappa delle partizioni e trascinare verso l'alto il bordo inferiore, fino a lasciare la quantità di spazio desiderata.
Quanto spazio destinare a Ubuntu? Dipende dall'utilizzo che ne volete fare, di solito 20 Gb sono più che sufficienti, ma se volete utilizzarlo come sistema principale allora potete riservargli molto più spazio.

Installazione:


  • A questo punto siete pronti a partire con l'installazione vera e propria, inserite il CD di Ubuntu nel lettore e riavviate la macchina. Se tutto e' andato per il verso giusto, dopo qualche secondo, vi apparirà il menu di avvio di rEFIt. Selezionate, muovendovi con i tasti cursore, l'icona del CD rappresentata dal celebre pinguino di Linux e premete invio per proseguire.
  • Il sistema si avvierà dal CD e dopo qualche tempo di caricamento ( abbiate pazienza, il boot da CD e' molto più lento di un boot da hard-disk ) vi verrà chiesto se “provare Ubuntu” o installarlo. Scegliendo di provare Ubuntu verrà avviato il sistema operativo senza modificare nulla nel vostro hard-disk, funzione utile per dare un'occhiata al mondo Linux prima di decidere di usarlo seriamente. Nel nostro caso vogliamo installare Ubuntu, quindi sceglieremo “Installa”.
  • Dopo qualche istante di caricamento ( i tempi sono sempre abbastanza lunghi ) vi verra' chiesto come installare Ubuntu. Le opzioni sono tre: installare Ubuntu al fianco di OS X ( il programma di installazione si preoccuperà di preparare le partizioni per voi ), formattare tutto il disco ed installare Ubuntu come unico sistema operativo oppure creare manualmente le partizioni. La prima e la terza opzione vi permettono di installare Ubuntu mantenendo OS X sul vostro Mac, io preferisco optare per la terza opzione, cosi' da poter creare le partizioni senza possibilità di errori, quindi sceglieremo la terza.
  • Il programma di partizionamento del hard-disk verra' avviato e vi presenterà l'attuale situazione del disco. Se avete usato Boot Camp per preparare il disco dovreste vedere una partizione NTFS con etichetta BOOTCAMP, selezionatela cliccandoci sopra ed eliminatela. Se invece avete creato lo spazio libero usando Utility Disco allora avrete uno spazio sul disco non allocato. Prima cosa da fare e' creare la partizione di swap, cioè quella parte del disco dove verra' salvato temporaneamente il contenuto della memoria per liberare spazio sulla RAM. Cliccate su crea partizione, regolate la sua dimensione a 2 Gb ( per la swap sono più che sufficienti ) e scegliete il tipo di partizione come “swap di Linux”. Fatto questo create un'altra partizione, la sua dimensione sarà pari al rimanente spazio libero sul disco e scegliete come tipo di partizione "ext4" ( il filesystem di default usato da Ubuntu ). Ultima cosa importante, scegliete come punto di mountUbuntu come partizione principale e su questa verra' installato il sistema operativo. Cliccate su applica e andate avanti.
  • Fatto questo non dovrete fare molto altro se non aspettare la fine dell'installazione. Ovviamente vi verra' chiesto il vostro nome, il nome utente da utilizzare per effettuare il log in, la password ed altre informazioni relative al tipo di tastiera usata e la regione/fuso orario dove ci troviamo. Questo e' tutto, al termine dell'installazione vi verra' chiesto di estrarre il disco e riavviare. Buon divertimento!