mercoledì 11 gennaio 2012

Sostituire l'HD del vostro Mac con un SSD

Attenzione: le operazioni di sostituzione del HD ed installazione di OS X di seguito descritte comportano il rischio potenziale di perdita dei dati o il danneggiamento del computer in caso di operazioni errate durante lo smontaggio. Non sarò in ogni caso ritenuto responsabile di eventuali danni arrecati al vostro sistema, la guida ha il solo scopo informativo.

SSD e' l'acronimo di Solid-State Drive, in italiano Unità a Stato Solido. Questo tipo di dispositivo utilizza una memoria a stato solido (memoria flash) al posto del tradizionale disco magnetico degli Hard Disk. I vantaggi sono una velocità di accesso (sia in lettura che in scrittura) superiore e non paragonabile a qualsiasi HD, l'assenza della meccanica di rotazione del disco, quindi nessuna vibrazione e nessun rumore, ed infine consumi nettamente inferiori. Gli svantaggi sono il prezzo per bit decisamente elevato, circa 10 volte il costo di un HD tradizionale ed una teorica minore durata dell'unità a causa del limite di riscrittura delle memorie flash.

In quest'ultimo periodo comunque i prezzi sono divenuti più accessibili e la sostituzione dell'HD interno con un SSD migliora nettamente le prestazioni del nostro vecchio computer. Un SSD da 64 Gb e' più che sufficiente per installare OS X e tutte le nostre applicazioni, mentre un HD utilizzato come unità secondaria potrà contenere i dati più ingombranti.

Io ho installato un SSD sul mio vecchio MacBook del 2007, adesso si avvia in pochi secondi e si spegne con altrettanta velocità, anche le applicazioni si aprono molto più velocemente di prima.

L'installazione meccanica dell'unità dipende dal tipo di Mac sul quale lo installate e comunque e' assolutamente identica alla procedura di installazione di un normale HD.

Questo post vi guiderà nell'installazione del sistema operativo e nel passaggio dei vostri dati e di tutte le applicazioni.



Prima di iniziare



  • Vi servirà un HD esterno sul quale effettuare il backup con Time Machine e dove sposterete i file troppo ingombranti.
  • Ovviamente avete bisogno di un supporto di installazione di OS X, che può essere un DVD (leggi qui come crearlo) o l'apposita penna USB venduta da Apple.



Verificare lo spazio necessario ed effettuare un backup



Prima cosa da fare e' verificare quanto spazio occupa il vostro sistema e assicurarci che il nostro SSD possa contenerlo. Se avete l'HD interno pieno di film e' giunto il momento di spostarli su un HD esterno. La libreria di iPhoto potrebbe avere dimensioni notevoli se avete diverse migliaia di foto e soprattutto se avete molti filmati importati dalla fotocamera. In questo caso spostare le foto e i filmati su un HD esterno e' un processo macchinoso, infatti al contrario di iTunes, non e' possibile spostare la posizione della libreria su un HD esterno. Infine la libreria di iTunes potrebbe anch'essa avere dimensioni proibitive per un SSD, ma fortunatamente, dalla preferenze di iTunes in avanzate, e' possibile spostare la posizione della libreria su un HD esterno. Qualsiasi altra applicazione di editing video, come iMovie o Final Cut Pro, dovrà conservare i suoi dati su un HD esterno se non volete riempire fino all'orlo il vostro SSD.



Una volta ripulito e sistemato il vostro HD interno siamo pronti per effettuare un backup con Time Machine su un HD esterno. Alla fine delle operazioni avrete un backup snello del vostro sistema attuale ed i vostri preziosi ed ingombranti dati su un HD esterno (se c'e' abbastanza spazio lo stesso del backup).



Montaggio del SSD e ripristino del sistema



A questo punto potete montare l'SSD all'interno del computer e rimuovere il vecchio HD, la procedura varia a secondo del modello di Mac in vostro possesso. Uno volta terminato, inserite la penna USB di installazione, collegate anche l'HD esterno del backup e accendete il computer (se avete creato il DVD di installazione, inserite quello subito dopo l'accensione). Fate in modo di avviare il Mac dal supporto di installazione, quindi iniziate la procedura di installazione sull'SSD interno. Quando vi verrà chiesto se volete importare gli utenti e le applicazioni da un'altro Mac, selezionate la voce “importa da un backup di Time Machine” e scegliete il backup che avete fatto sul disco esterno.

Una volta terminato e riavviato il Mac, come per magia, vi troverete davanti lo stesso identico sistema che avevate prima, ma sul vostro velocissimo SSD.

Provate ad avviare le applicazioni, vedrete che differenza!